Abbigliamento e accessori
Arte e Antiquariato
Audio, TV, Elettronica
Auto
Auto: ricambi e accessori
Bellezza e Salute
Casa, Arredamento e Bricolage
Collezionismo
Commercio e Industria
Fotografia e Video
Giocattoli e Modellismo
Infanzia e Premaman
Informatica e Palmari
Libri e Riviste
Moto: ricambi e accessori
Orologi e Gioielli
Sport e Viaggi
Telefonia e Cellulari
Videogiochi e Console
Vini e Gastronomia
Altre categorie
Altro
mostra tutte le categorie

VASO BIDET filo parete ,COPRIVASO MODERNI VITRUVIT EVER

(in vendita su http://www.mitepek.it)
VASO BIDET filo parete ,COPRIVASO MODERNI VITRUVIT EVER
Codice produttore: EVEVAP+EVECWT+EVEBI
€ 508,00
clicca per visitare la scheda prodotto sul sito del venditore ed eventualmente acquistarlo
SANITARI MODERNI FILO PARETE
VITRUVIT EVER
MISURE:
  • VASO L.37,5 P.55 H.41 CM
  • BIDET L.37,5 P.55 H.41 CM
PESO:
  • VASO 21 Kg
  • BIDET 22 Kg
  • COPRIVASO 3 Kg
COLORE:
  • BIANCO
CARATTERISTICHE:
  • SANITARI MODERNI A TERRA FILO PARETE
  • BIDET MONO FORO
  • FISSAGGI INLCUSI
  • COPRIWATER BIANCO
DOTAZIONE DI SERIE:
  • VASO
  • BIDET
  • COPRIVASO
  • KIT PER IL FISSAGGIO
ACCESSORI DISPONIBILI:
  • SIFONE BIDET
  • RUBINETTARIA
  • LAVABO O ALTRI COMPONENTI DELLA STESSA SERIE
  • CASSETTA DI SCARICO
  • ACCESSORI BAGNO
  • VASCA
  • BOX DOCCIA
  • MOBILE BAGNO
  • ALTRO
TIPO DI IMBALLO:
  • ADATTO ALLA TIPOLOGIA DI MERCE (Spedizione assicurata per cui controllare lo stato e firmare sempre con riserva di controllo,pena decadenza assicurazione).
GARANZIA:
  • GARANZIA COME NORME EUROPEE
Altri prodotti simili
VASO BIDET filo parete ,COPRIVASO, LAVABO con colonna MODERNI VITRUVIT EVER
VASO BIDET filo parete ,COPRIVASO, LAVABO con colonna MODERNI VITRUVIT EVERVASO BIDET filo parete ,COPRIVASO, LAVABO con colonna MODERNI VITRUVIT EVER
€ 875,00
SANITARI MODERNI FILO PARETE CON LAVABO
VITRUVIT EVER
MISURE:
  • VASO L.37,5 P.55 H.41 CM
  • BIDET L.37,5 P.55 H.41 CM
  • LAVABO L.70 P.56,5 H.44/85 CM
PESO:
  • VASO 21 Kg
  • BIDET 22 Kg
  • COPRIVASO 3 Kg
  • LAVABO 25 Kg
  • COLONNA 14 Kg
COLORE:
  • BIANCO
CARATTERISTICHE:
  • SANITARI MODERNI A TERRA FILO PARETE
  • BIDET MONO FORO
  • FISSAGGI INLCUSI
  • COPRIWATER BIANCO
  • LAVABO MONOFORO
  • COLONNA
DOTAZIONE DI SERIE:
  • VASO
  • BIDET
  • COPRIVASO
  • LAVABO CON COLONNA
  • KIT PER IL FISSAGGIO
ACCESSORI DISPONIBILI:
  • SIFONE BIDET
  • RUBINETTARIA
  • CASSETTA DI SCARICO
  • ACCESSORI BAGNO
  • VASCA
  • BOX DOCCIA
  • MOBILE BAGNO
  • ALTRO
TIPO DI IMBALLO:
  • ADATTO ALLA TIPOLOGIA DI MERCE (Spedizione assicurata per cui controllare lo stato e firmare sempre con riserva di controllo,pena decadenza assicurazione).
GARANZIA:
  • GARANZIA COME NORME EUROPEE
mostra tutto il testomostra tutto il testo
mostra dettagli
www.mitepek.it
VASO monoblocco BIDET complemento INOX ,COPRIVASO MODERNI VITRUVIT EVER
VASO monoblocco BIDET complemento INOX ,COPRIVASO MODERNI VITRUVIT EVERVASO monoblocco BIDET complemento INOX ,COPRIVASO MODERNI VITRUVIT EVER
€ 1.285,00
SANITARI MODERNI FILO PARETE
VITRUVIT EVER INOX
MISURE:
  • VASO L.37,5 P.55 H.41 CM
  • CASSETTA L.40 P.18 H.90 CM
  • BIDET L.37,5 P.55 H.41 CM
  • ELEMENTO L.40 P.18 H.90 CM
PESO:
  • VASO 21 Kg
  • CASSETTA 11 KGg
  • BIDET 22 Kg
  • COMPLEMENTO 11 Kg
  • COPRIVASO 3 Kg
COLORE:
  • BIANCO
CARATTERISTICHE:
  • SANITARI MODERNI A TERRA FILO PARETE
  • BIDET MONO FORO
  • FISSAGGI INLCUSI
  • COPRIWATER BIANCO
DOTAZIONE DI SERIE:
  • VASO
  • BIDET
  • COPRIVASO
  • KIT PER IL FISSAGGIO
ACCESSORI DISPONIBILI:
  • SIFONE BIDET
  • RUBINETTARIA
  • LAVABO O ALTRI COMPONENTI DELLA STESSA SERIE
  • CASSETTA DI SCARICO
  • ACCESSORI BAGNO
  • VASCA
  • BOX DOCCIA
  • MOBILE BAGNO
  • ALTRO
TIPO DI IMBALLO:
  • ADATTO ALLA TIPOLOGIA DI MERCE (Spedizione assicurata per cui controllare lo stato e firmare sempre con riserva di controllo,pena decadenza assicurazione).
GARANZIA:
  • GARANZIA COME NORME EUROPEE
mostra tutto il testomostra tutto il testo
mostra dettagli
www.mitepek.it
CAMPANA JESOLO
CAMPANA JESOLOCAMPANA JESOLO
 
ATTENZIONE QUESTO SITO Non è aggiornato,Il nuovo sito si è trasferito qui
Adattabile ad ogni luogo per la sua semplicità, eleganza e raffinatezza
Dimensioni disponibili:
Ø cm alT. cm 20 17 25 21 30 24 35 28 40 33 45 37 50 41 55 45 60 49 70 56 80 65 95 77 110 86 135 90 155 102 Cm si riferiscono al diametro esterno
Leggeri, possono essere posizionati su balconi e terrazzi senza comprometterne la stabilità; - resistenti al gelo (-60°) e al solleone (+80°); - resistenti agli urti - ecologici, riciclabili, non disperdono umidità; - pollice verde: per ottenere il massimo del confort per le tue piante, aggiungi un fondo di ghiaia, prima di ricoprire con terra.
mostra tutto il testomostra tutto il testo
mostra dettagli
www.vasai.it
Cerca altri prodotti in:
Vasi
Cuccia House
Cuccia HouseCuccia House
€ 94,68
Bellissima cuccia in super resina a singola parete completa di cuscino elegante ed economicamente vantaggiosa.Tutte le cucce Euro3plast sono realizzate con una super resina (PE), le cui caratteristiche garantiscono la resistenza alle intemperie (-65° +85°), agli urti violenti e ai raggi UV. Sono inoltre riciclabili ed atossici.
  • Bellissima cuccia in super resina a singola parete.
  • Le relative caratteristiche della cuccia garantiscono la resistenza alle intemperie (-65° +85°), agli urti violenti e ai raggi U.V.
  • La presenza di una griglia forata nella parte posteriore, facilita una migliore aerazione all'interno dell'abitacolo.
  • Il fondo della cuccia è studiato appositamente per mantenere l'interno asciutto e arieggiato.
  • Un soffice cuscino rende, poi, ancor più comodo il riposo del vostro animale.
  • La Cuccia è supportata alla base da piedini in gomma che garantiscono un'ottima funzione antiscivolo.
    Misure disponibili:
  • Mini: cm 56 x 45 x 48(h)
  • Piccola: cm 61 x 51 x 52(h)
  • Media: cm 66 x 59 x 60(h)
  • Intermedia: cm 87 x 80 x 78(h)
  • Grande: cm 109 x 98 x 93(h)
  • Extra-Grande: cm 126 x 117 x 108(h)
    Dettagli misure tecniche:
  • Mini: (A 56-45*cm) (B 45-29,5*cm) (C 48-41*cm) (D 15cm) (E 23,5cm)
  • Piccola: (A 61-49*cm) (B 51-35*cm) (C 52-47*cm) (D 17cm) (E 27cm)
  • Media: (A 66-54*cm) (B 59-41*cm) (C 60-55*cm) (D 20cm) (E 31,5cm)
  • Intermedia: (A 87-71*cm) (B 80-55*cm) (C 78-67*cm) (D 25,5cm) (E 41,5cm)
  • Grande: (A 109-89*cm) (B 98-70,5*cm) (C 93-84*cm) (D 30cm) (E 50,5cm)
  • Extragrande: (A 126-104*cm) (B 117-85*cm) (C 108-99,5*cm) (D 37,5cm) (E 60cm)
    - Attenzione! *asterisco = misure interne della cuccia.
    Colore disponibile:
  • Terra Chiara.
  • mostra tutto il testomostra tutto il testo
    mostra dettagli
    www.gardenshop.it
    Cerca altri prodotti in:
    Altri articoli per animali
    RADIATORE PER TRATTORE
    RADIATORE PER TRATTORERADIATORE PER TRATTORE
    € 229,77
    RADIATORE PER TRATTORE
    ATTENZIONE:
    L'immagine del radiatore sopra riportata ha scopo puramente dimostrativo. Si raccomanda di scegliere il ricambio in base al modello di trattore posseduto.
    MARCA: AMA
    TUTTI I RADIATORI SONO FORNITI DI TAPPO QUALITA' GARANTITA *** RICAMBIO DI CONCORRENZA***
    MISURE RADIATORI IN CENTIMETRI Rif. Alt. Rad. Larg. Rad. Foro Sup. Foro Inf. Altezza Massa Rad. Larghezza Massa Rad. N° File Massa Rad. Spess.
    Massa
    Rad.
    9593 66 51 4,5 3,5 44 44 4 6 9594 66 51 4 3,5 44 44 4 6 9595 66 51 4 3,5 44 44 4 6 9596 58 41 3,5 4 37 40 4 8 11258 74 41 3,5 3,5 48 37 4 6 11288 73 41 3 3 47 37 3 3,5 16573 65 51 4 3,5 44 44 3 5 16576 71 58 3,5 3 50 50 4 7
    ATTENZIONE: CONTROLLARE SEMPRE LA CORRISPONDENZA DEL CODICE DI RIFERIMENTO ORIGINALE.
    NEL CASO IN CUI NON SIATE RIUSCITI AD INDIVIDUARE IL VOSTRO RICAMBIO NON ESITATE A CONTATTARCI.
    SIAMO A VOSTRA COMPLETA DISPOSIZIONE PER VERIFICARE LA COMPATIBILITA' DEI PRODOTTI. *****
    DI SEGUITO RIPORTIAMO ALCUNI MODELLI DI TRATTORE FORD , FIAT , NEW HOLLAND , JOHN DEERE , CASE , MASSEY FERGUSON LANDINI , A RUOTE E CINGOLATI PER I QUALI POSSIAMO FORNIRE IL RADIATORE DI RICAMBIO (SELEZIONARE NEL LATO SINISTRO DELLA PAGINA):
    CASE NEW HOLLAND : 7610
    LANDINI: 8860 RIF. ORIG. 3666234M91
    FORD : 8530 , 5000 , 5610 , 7000 , 7410
    FORD : RIF. ORIG. 81875325 , E0NN8005MD15M , E0558005MD15
    FORD : RIF ORIG. E0NN8005GC15M , 83993346
    HURLIMANN : 5110
    JOHN DEERE : 6410 , 6610
    FORD, 2000, 2310,2600, 2610,2810, 2910, 3000, 3055, 3600, 3610, 3900, 3910, 4000, 4100, 4110, 4600, 4610
    CASE: 5120, 513, 5140, 5151, 5220, 5230, 5240, 5250, RIF. ORIG. 104753A1 FIAT - NEW HOLLAND 315-415R-415C, RIF. ORIG. 588156
    FIAT - NEW HOLLAND 780, 55.90, 60.90, 65.90, 70.90, 80.90, 85.90DT, RIF. ORIG. 5156059 FIAT - NEW HOLLAND: 1180, 1280, 1380, RIF. ORIG. 5103110
    FIAT 62.86 DT
    FIAT - NEW HOLLAND: 450, 440V-D-T, 550, 600-DT, 540-S DT, 455C, 605C, RIF. ORIG. 4973345 FIAT - NEW HOLLAND: 640, 570V-F-DT, 566, 666, 766, RIF. ORIG. 5153481
    FIAT - NEW HOLLAND: 680, 740, 780, 880, SERIE 70.90, SERIE 80.90, RIF. ORIG. 5143883 FORD: 2000, 2310, 2600, 2610, 2810, 2910, 3000, 3055, 3600, 3610, 3900, 3910, 4000, 4100, 4110, 4600, 4610 RIF. ORIG. 81875325 - E0558005MD15
    FORD: 5000, 5110, 5610, 6410, 6610, 7000, 7410, 7610 RIF. OIG. 83993346 - E0NN8005GC15M FORD: 5000, 5600, 6600 RIF. ORIG. 81817280
    JOHAN DEERE: 1830, 2020, 2030, 2120, 2130, 2135, RIF. ORIG. AT28810, AT20847, AR65715 JOHN DEERE : 820, 920, 1020, 1120, 1030, 1130, 1530, 1630, RIF. ORIG. AT20849
    JOHN DEERE: 1140F, 1640F, 1840F, 2040, 2140, 2350, 2550, 2750, RIF. ORIG. AL37568, AL31237 JOHN DEERE: 840, 940, 940V, 104, 104V, 1140, 1140F, 1140V, 1350, 1550, 1750, 1850, RIF. ORIG. AL39290, AL31503
    LANDINI : 5500, 5830, 5840, C4500, C550, C4830, C5830, 6500, 7500, 8500, 6830, 6840, 7830, 8830 RIF. ORIG. 1824627M93 MASSEY FERGUSON: 135, 148, RIF. ORIG. 1660499M92, 78.60 (3666234)
    MASSEY FERGUSON: 175,178, RIF. ORIG. 894808M2 MASSEY FERGUSON: 230, 240, 250, RIF. ORIG.1680547M91
    MASSEY FERGUSON: 35, RIF. ORIG. 894319M92 MASSEY FERGUSON: 365, 375, 390, 390T, 398, 399, RIF. ORIG. 1695721M2
    MASSEY FERGUSON: 550, RIF. ORIG. 1662104M92 MASSEY FERGUSON: 565, 285, RIF. ORIG. 187660M4
    MASSEY FERGUSON: 65, 165, 765, RIF. ORIG. 897358M4
    LANDINI: 4000, 5000, RIF. ORIG. 2740033M91
    FIAT - NEW HOLLAND: 311C, 312C, RIF. ORIG. 576975
    FIAT - NEW HOLLAND 250, 300 RIF. ORIG. 597351
    FIAT - NEW HOLLAND 70.66
    FIAT : 480 DT, RIF. ORIG. 5100304
    FIAT : 215, RIF. ORIG. 585465
    LANDINI: 5560F, RIF. ORIG. 3660549
    mostra tutto il testomostra tutto il testo
    mostra dettagli
    www.grandstore.it
    Cerca altri prodotti in:
    Agricoltura e allevamento
    HUMANA DG 800G POLVERE
    HUMANA DG 800G POLVEREHUMANA DG 800G POLVERE
    € 28,80€ 25,92
    Latte completo e bilanciato, indicato nell'alimentazione, dalla nascita, del lattante sano.
    Con LC-PUFA (acidi grassi polinsaturi a lunga catena ω3-ω6) e GOS (fibre alimentari a base di galatto-oligosaccaridi).
    Senza glutine.
    Ingredienti
    Maltodestrine; lattosio; sieroproteine idrolizzate; oli vegetali; grasso lattico anidro; sciroppo di galatto-oligosaccaridi (GOS); minerali; emulsionante: lecitina di soia; colina bitartrato; oli animali (olio di pesce); vitamine; inositolo; taurina; stabilizzante: acido lattico; L-carnitina.
    Modalità d'uso
    1 misurino raso e non pressato ogni 30 ml di acqua, meglio se minimamente mineralizzata. Si ricostituisce al 13,5%: il misurino raso contiene circa 4,5 g di polvere.
    Dosaggio indicativo: la quantità deve essere determinata esclusivamente dal Pediatra in relazione all'età, al peso corporeo ed alle condizioni nutrizionali del lattante.
    Peso del lattante (g)Numero pasti
    nelle 24 oreQuantità di acqua (ml)Misurini30005/690/1203/435005/6120/1504/540005/6150/1855/64500518065000 e oltre42107Tabella di alimentazione (salvo diversa indicazione del Pediatra)
    Preparazione del biberon: lavare ed asciugare accuratamente le mani, sterilizzare biberon, tettarella e ghiera bollendoli per 10 minuti. Bollire l'acqua di ricostituzione e raffreddarla a 70°C; oppure scaldare l'acqua minimamente mineralizzata a 70°C. Riempire il biberon di acqua calda per circa 2/3 della sua capacità. Aggiungere all'acqua nel biberon il numero prescritto di misurini rasi di polvere. Chiudere il biberon ed agitare; aggiungere la rimanente acqua fino a riempimento ed agitare nuovamente. Raffreddare il biberon a 37°C immergendolo in acqua o sotto acqua corrente (circa 5-7 minuti). Agitare nuovamente, inserire la tettarella e verificare la temperatura del latte versando poche gocce sul polso. Attenzione: la temperatura non deve essere superiore a 37°-40°C (rischio di scottature).
    Controindicazioni
    Controindicato nei lattanti con allergia/intolleranza al latte vaccino.
    Avvertenze
    Utilizzare esclusivamente il misurino contenuto nella confezione. Non scaldare il latte nel biberon con il microonde (rischio di scottature). Preparare solo il latte necessario per la singola poppata e consumare subito dopo. Non riutilizzare il latte avanzato nel biberon. Per una corretta igiene dentale non utilizzare il biberon di latte come succhiotto. Conservazione, preparazione e modalità di consumo inappropriati possono nuocere alla salute del lattante.
    Il latte materno è l'alimento ideale per il lattante. Qualora l'allattamento al seno non sia sufficiente o possibile, previo parere del Pediatra, si può ricorrere al latte formulato.
    Conservazione
    La confezione integra va conservata a temperatura ambiente, in luogo fresco, asciutto, lontano da fonti di calore e può essere consumata fino all'ultimo giorno di scadenza; una volta aperta, consumare entro 3 settimane. Richiudere sempre la confezione dopo l'uso.
    Analisi media
    Informazioni nutrizionaliPer100 g100 mlValore energeticokj
    kcal2113
    506285
    68Proteineg11,51,6Carboidrati di cui
    Glucosio
    Lattosio
    Malto destrineg
    g
    g
    g52,3
    1,5
    24,6
    26,27,1
    0,2
    3,3
    3,5Grassi di cui
    Saturi
    Monoinsaturi
    Pol insaturi
    Acido Linoleico
    Acido Linolenico
    Acido Arachidonico
    Acido docosaesaenoicog
    g
    g
    g
    mg
    mg
    mg
    mg27,0
    13,4
    9,9
    3,7
    3172
    389
    55
    553,6
    1,8
    1,3
    0,5
    428
    53
    7,4
    7,4Fibre alimentari
    Galatto-oligosaccaridig
    g3,7
    3,70,5
    0,5Sodio
    Potassio
    Cloro
    Calcio
    Fosforo
    Rapporto Calcio/Fosforo
    Magnesio
    Ferro
    Zinco
    Rame
    Manganese
    Iodio
    Fluoro
    Seleniomg
    mg
    mg
    mg
    mg
    mg
    mg
    mg
    µg
    µg
    µg
    µg
    µg160
    530
    345
    455
    255
    1,8
    45
    4,9
    5,0
    300
    100
    100
    160
    9,422
    72
    47
    61
    34
    1,8
    6,1
    0,7
    0,7
    41
    14
    14
    22
    1,3Vitamina A
    Vitamina D
    Vitamina E
    Vitamina K
    Vitamina B1
    Vitamina B2
    Vitamina B6
    Vitamina B12
    Vitamina C
    Niacina
    Acido Pantotenico
    Acido Folico
    Biotinaµg
    µg
    mg
    µg
    µg
    µg
    µg
    µg
    mg
    µg
    µg
    µg
    µg565
    8,7
    6,7
    44
    510
    765
    485
    1,0
    80
    5060
    2810
    82
    1576
    1,2
    0,9
    5,9
    69
    103
    65
    0,14
    11
    683
    379
    11
    2,0Taurina
    Inositolo
    Colina
    L-carnitinamg
    mg
    mg
    mg30
    36
    155
    114,1
    4,9
    21
    1,5Osmolarità
    Carico Renale SolutimOsm/l
    mOsm/l213
    103
    Formato
    Confezione da 800 g (2 buste da 400 g).
    mostra tutto il testomostra tutto il testo
    mostra dettagli
    www.farmaciagadola.com
    EMERGENZE DI INTERESSE ANESTESIOLOGICO
    EMERGENZE DI INTERESSE ANESTESIOLOGICOEMERGENZE DI INTERESSE ANESTESIOLOGICO
    € 234,00
    Questo nuovo volume dedicato alle ?Emergenze di interesse anestesiologico? occupa, nell’ ambito delle opere dedicate alla Rianimazione e Terapia intensiva, uno spazio ben definito. Il libro è rivolto agli Anestesisti e agli Specializzandi della Scuola di Anestesia e Rianimazione, ma ha tutte le caratteristiche per essere un ottimo strumento di approfondimento e consultazione per tutti coloro che si occupano di Emergenze. INDICE Sezione 1: MANOVRE TERAPEUTICHE IN URGENZA - 1. Fase preospedaliera dell’arresto cardiaco nell’adulto. Catena di sopravvivenza e defi brillazione precoce, 2. Farmacologia della rianimazione cardiopolmonare, 3. Defi brillazioni semiautomatiche e completamente automatiche esterne, 4. Monitoraggio in urgenza, 5. Organizzazione dell’intervento nelle emergenze intraospedaliere, 6. Interventi di primo soccorso, 7. Preparazione di un paziente grave al trasporto terrestre o con elicottero, 8. Accessi venosi percutanei nell’adulto, 9. Infusione vascolaree altre tecniche di correzione della volemia, 10. Ossigenoterapia e supporti ventilatori, 11. Analgesia in urgenza nell’adulto, 12. Analgesia locoregionale in urgenza nell’adulto, Sezione 2: MEDICINA D’URGENZA - 13. Stati di shock, 14. Incidenti anafi lattice, 15. Presa in carico di un dolore toracico in urgenza, 16. Strategia di presain carico delle sindromi coronariche acute, 17. Dissezioni aortiche acute, 18. Malessere generalizzato, lipotimia e sincope, 19. Disturbi del ritmo cardiaco, 20. Crisi ipertensive, 21. Diagnosi e trattamento della dispnea acuta, 22. Edema polmonare acuto, 23. Embolia polmonare, 24. Gestione delle polmoniti comunitarie in pronto soccorso, 25. Gestionedi uno pneumotoracenon traumatico, 26. Asma acuto grave dell’adulto (AAG) in pronto soccorso, 27. Avvelenamenti acuti più frequenti 28. Ingestione di prodotti caustici, 29. Antidoti, 30. Intossicazioni da piante, 31. Intossicazioni da funghi: principali sindromi e terapia, 32. Lesioni da scoppio, 33. Ipotermie accidentali, 34. Ipertermia nell’adulto e colpo di calore, 35. Ustione, 36. Elettrizzazione, elettrocuzione, fulminazione, 37. Morsi, graffi e avvelenamenti, 38. Annegamento, 39. Incidenti da immersione subacquea, 40. Emorragie digestive non traumatiche dell’adulto, 41. Pancreatiti acute, 42. Eclampsia, 43. Trasfusione di derivati ematici in medicina d’urgenza, 44. Stato settico acuto (shock settico), 45. Incidenti da esposizione al sangue o a liquidi biologici, 46. Tetano: prevenzione e diagnosi, 47. Malaria, 48. Ipoglicemia, 49. Insuffi cienza surrenalica acuta nell’adulto, 50. Urgenze tiroidee, 51. Coma, 52. Convulsioni dell’adulto, 53. Manovre d’urgenzain pediatria, 54. Arresto cardiaconel bambino, 55. Dispnea acuta ostruttiva del bambino, 56. Asma al pronto soccorso: assistenza pediatrica, 57. Porpora fulminante, 58. Bambino politraumatizzato, Sezione 3: URGENZE TRAUMATOLOGICHE - 59. Trattamento delle ferrite, 60. Gestione del traumatizzato grave in fase preospedaliera, 61. Gestione intraospedaliera dei feriti gravi, 62. Strategia del riempimento volemico in Traumatologia, 63. Gestione del paziente con trauma cranico grave, 64. Traumi maxillofacciali, 65. Ferita cervicale, 66. Traumi toracici chiusi, 67. Lesioni dei grandi vasi toracici per decelerazione, 68. Contusioni e ferite dell’addome, 69. Trauma del rachide.
    mostra tutto il testomostra tutto il testo
    mostra dettagli
    www.adlerlibri.com
    JBL SCS-140BK
    JBL SCS-140BKJBL SCS-140BK
    € 234,02€ 212,73
    SCS 140 : soluzione a 5.1 canali
    Satelliti compatti a due vie ed un canale centrale ottimizzato per la riproduzione dei dialoghi.
    L'esclusivo tweeter al Titanio Laminato assicura una migliorata gestione della potenza sonora, ridotte distorsioni ed alte frequenze più dolci ed estese.
    Inoltre, il cono in carta trattata da 200-mm utilizzato nel subwoofer ,rende i bassi più realistici, per l'ottimale visione di ogni genere di film.
    Tutti i satelliti sono schermati per permettere il posizionamento vicino alla sorgente video.
    Il subwoofer, di nuovo e moderno design, in colorazione silver e nero, è amplificato a 100w.
    GENERALENumero Altoparlanti Frontali centrali1Numero Altoparlanti Frontali Laterali5Numero Altoparlanti Retro0Subwoofer SìPotenza Totale Nominale300 WPotenza Totale RMS Nominale300 WSensibilità0 dbPortatileNoTipologia di utilizzoTv - Hi Fi SalottoColore primarioNeroColore secondarioGrigioCavi InclusiSìConsumo0 wTipo ConfezioneRetailPeso Totale17,55 Kg Contenuto ConfezioneSpeakers, subwooferAltre funzioniSistema di casse ideali con Amplificatore Harman Kardon
    ALTOPARLANTI FRONTALI LATERALIWireless NoPresenteSìPotenza50 WImpedenza 4MaterialePlasticaRisposta in frequenza Min120 HzRisposta in frequenza Max20.000 HzDiametro Tweeter12Diametro Midrange75 mmDiametro Bass0 mmTweeterSìMidrange SìBassNoLarghezza8,5 cmAltezza11,1 cmProfondità9,5 cmPeso0,5 gr Altre CaratteristicheSchermati
    ALTOPARLANTI RETROWireless NoPresenteNoPotenza0 WImpedenza 0MaterialeAltoparlanti retro assentiRisposta in frequenza Min0 HzRisposta in frequenza Max0 HzDiametro Tweeter0Diametro Midrange0 mmDiametro Bass0 mmTweeterNoMidrange NoBassNoLarghezza0 cmAltezza0 cmProfondità0 cmPeso0 grPosizionamento Altezza suggerito1Altre CaratteristicheNessuna
    SUBWOOFERWireless NoPresenteSìPotenza100 WImpedenza 4MaterialePlasticaRisposta in frequenza Min35 HzRisposta in frequenza Max160 HzDiametro Tweeter0Diametro Midrange0 mmDiametro Bass200 mmTweeterNoMidrange NoBassSìLarghezza28 cmAltezza41 cmProfondità37,6 cmAlimentazioneElettrica Altre Caratteristichewoofer in cellulosa, cassa in bass reflex
    CONNETTORIingresso linea audio ( Fono RCA x 2 )0ingresso subwoofer ( Fono RCA )0Uscite altoparlanti1Ingressi altoparlanti0Usb per Pc/Mp3NoJack cuffie 3,5 mmNo
    DIMENSIONI CON IMBALLOLato A39 cmLato B46 cmLato C58 cmPeso con imballo19 kg
    mostra tutto il testomostra tutto il testo
    mostra dettagli
    www.gd-shop.it
    VACCINI E VACCINAZIONI
    VACCINI E VACCINAZIONIVACCINI E VACCINAZIONI
    € 224,00
    Sono passati sette anni dalla seconda edizione di Vaccini e vaccinazioni e in questo periodo non solo sono comparsi nuovi vaccini, ma sono state seguite, per la loro preparazione, nuove strategie basate sulla moderna capacità di riconoscere e manipolare i geni. INDICE Parte I - Generalità sui vaccini e sulle vaccinazioni 1. I vaccini, 2. Adiuvanti, 3. Vaccini combinati, 4. Immunità innata e vaccinazioni, 5. Immunità adattiva e vaccinazioni, 6. Quando, dove e come vaccinare, 7. Età alla somministrazione, 8. Gli effetti dei vaccini, 9. Effetti collaterali lievi e gravi, precauzioni e controindicazioni, 10. Le vaccinazioni in particolari situazioni, 11. Aspetti medico-legali: le resistenze alle vaccinazioni, 12. Gli aspetti organizzativi e sociali delle vaccinazioni, 13. Il futuro: i nuovi vaccini. Parte II - I vaccini 14. Carbonchio (antrace), 15. Colera, 16. Difterite, 17. Encefalite da morso di zecca (TBE ), 18. Encefalite giapponese, 19. E patite A, 20. E patite B, 21. Febbre gialla, 22. Haemophilus influenzae tipo B, 23. Influenza, 24. Malaria, 25. Malattia di Lyme, 26. Meningococco, 27. Morbillo, 28. Papillomavirus, 29. Parotite, 30. Pertosse, 31. Pneumococco, 32. Poliomielite, 33. Rabbia, 34. Rosolia, 35. Rotavirus, 36. Streptococco gruppo B, 37. Tetano, 38. Febbre tifoide, 39. Tubercolosi, 40. Vaiolo, 41. Varicella. Parte III - Altri vaccini, compresi quelli ?non convenzionali? 42. Adenovirus, 43. Campylobacter jejuni, 44. Cancro, 45. Chikungunya, 46. Citomegalovirus, 47. Dengue, 48. E patite C, 49. E patite E, 50. Helicobacter pylori, 51. Herpes simplex virus, 52. Immunodeficienza umana virus (HIV), 53. Leishmaniosi, 54. Nilo occidentale virus, 55. Peste, 56. Virus respiratorio sinciziale, 57. Stafilococco, 58. Streptococco gruppo A, 59. Tularemia. Parte IV - Appendici Appendice A - Produttori di vaccini e concessionari in Italia, Appendice B - Vaccinazioni nel web, Appendice C - Vaccini in commercio in Italia al 30 marzo 2012.
    mostra tutto il testomostra tutto il testo
    mostra dettagli
    www.adlerlibri.com
    Manuale di diritto del lavoro - 2013
    Manuale di diritto del lavoro - 2013Manuale di diritto del lavoro - 2013
    € 47,00€ 41,00
    Il Manuale contiene una trattazione completa e compatta della disciplina del diritto del lavoro (con riferimento sia al diritto sindacale che al rapporto individuale di lavoro). Può essere utilizzato sia per la didattica universitaria che per la preparazione ai concorsi (magistratura, avvocatura, etc.).
    E’ aggiornato all'ultima riforma del lavoro Legge n. 92/2012 (legge Fornero)
    IL DIRITTO DEL LAVORO
    1. Alle origini del diritto del lavoro
    2. Il periodo corporativo
    3. La codificazione
    4. La Costituzione
    5. La legislazione post-costituzionale
    6. La legislazione più recente
    7. Le componenti basiche del diritto del lavoro
    8. Diritto del lavoro e diritto civile
    PARTE PRIMA
    IL DIRITTO SINDACALE
    CAPITOLO I
    I RAPPORTI COLLETTIVI: LIBERTA’,
    ORGANIZZAZIONE, RAPPRESENTANZA
    Sezione I
    La libertà sindacale
    1. Di cosa si occupa il diritto sindacale
    2. Breve profilo evolutivo della libertà sindacale
    3. La libertà sindacale nelle fonti internazionali e comunitarie
    4. La libertà sindacale nella costituzione: significato e funzioni
    5. La tutela della libertà sindacale nei confronti del datore di lavo ro: il principio di non discriminazione ed il divieto dei sindacati di comodo
    6. L’”altra” libertà sindacale: imprenditori e lavoratori autonomi; polizia e militari.
    Sezione II
    L’associazione sindacale
    1. Struttura giuridica: i sindacati come associazioni non ricono- sciute
    2. La democrazia sindacale all’interno delle associazioni
    3. I rapporti esterni
    Sezione III
    Il sindacato in Italia
    1. Breve profilo storico: alle origini dell’associazionismo sindaca le
    2. Le forme organizzative del sindacato
    3. L’organizzazione dei datori di lavoro
    4. Gli enti bilaterali
    Sezione IV
    La rappresentatività sindacale
    1. Pluralismo sindacale e selezione dei soggetti: a cosa serve la rappresentatività?
    2. La variabile nozione di “sindacato maggiormente rappresenta tivo” e gli indici della rappresentatività
    Sezione V
    Sindacato e funzioni pubbliche
    1. La partecipazione del sindacato a funzioni pubbliche
    2. La concertazione sociale
    Sezione VI
    La rappresentanza e i diritti sindacali nei luoghi di lavoro
    A) La rappresentanza sindacale nei luoghi di lavoro
    1. L’assetto storico pre-statutario
    2. L’autunno caldo e lo statuto dei lavoratori
    3. Le rappresentanze sindacali aziendali nell’art. 19 dello statuto dei lavoratori
    4. I locali delle r.s.a.
    5. Il diritto di affissione
    6. Permessi e aspettative sindacali
    7. La tutela dei sindacalisti interni: rinvio
    8. Oltre le r.s.a.: le rappresentanze sindacali unitarie (r.s.u.)
    9. La rappresentanza sindacale nel pubblico impiego
    10. Il rappresentante per la sicurezza: rinvio
    11. La partecipazione dei sindacati alla gestione delle imprese
    B) I diritti sindacali nei luoghi di lavoro
    12. L’assemblea
    13. Il referendum
    14. L’attività di proselitismo e i contributi sindacali
    Sezione VII
    Il procedimento di repressione dell’attività antisindacale
    1. L’art. 28 dello statuto dei lavoratori: il procedimento
    2. La legittimazione attiva e passiva e l’interesse ad agire
    3. La nozione di condotta antisindacale
    4. La condotta antisindacale nel pubblico impiego
    CAPITOLO II
    LE FONTI
    Sezione I
    Concetti generali
    1. Alle origini della formazione extra-legislativa del diritto del lavoro: fra statualità e socialità
    2. L’internazionalizzazione delle regole e la globalizzazione versus la regionalizzazione ed il federalismo
    Sezione II
    Il contratto collettivo
    1. Le origini e le prime ricostruzioni
    2. Il contratto collettivo corporativo
    3. La fase transitoria
    4. L’assetto costituzionale
    5. L’inattuazione post-costituzionale e la legge Vigorelli
    6. Il contratto collettivo di diritto comune: il problema dell’efficacia soggettiva
    7. Le tecniche di estensione dell’efficacia del contratto collettivo al di fuori del vincolo associativo
    8. L’inderogabilità del contratto collettivo
    9. Il contratto collettivo di diritto comune nel sistema delle fonti
    10. Il contratto collettivo: natura, tipologie, soggetti, forma
    11. Le funzioni del contratto collettivo
    12. L’efficacia del contratto collettivo nel tempo
    13. Contratto collettivo e processo: interpretazione e amministrazione del contratto collettivo
    Sezione III
    I rapporti tra le fonti
    1. Contratto collettivo e contratto individuale
    2. Il contratto collettivo e la legge
    3. Rapporti fra contratti collettivi
    Sezione IV
    La contrattazione collettiva in Italia
    ed il dialogo sociale europeo
    1. La contrattazione collettiva in Italia: breve profilo evolutivo
    2. Il dialogo sociale comunitario e la recezione delle direttive at traverso il contratto collettivo
    Sezione V
    Il contratto collettivo nel pubblico impiego
    1. Premessa e rinvio
    2. Il sistema della contrattazione collettiva nel settore pubblico
    3. Le parti della contrattazione collettiva
    4. Le procedure di contrattazione
    5. Sguardo d’insieme e problemi di costituzionalità
    6. L’interpretazione dei contratti collettivi pubblici
    CAPITOLO III
    L’AUTOTUTELA E IL CONFLITTO COLLETTIVO
    1. Le alterne vicende giuridiche dello sciopero
    2. La Costituzione repubblicana e lo sciopero
    3. Il diritto di sciopero: natura e titolarità
    4. Sciopero e rapporto di lavoro
    5. La legittimità dello sciopero in relazione alle sue modalità
    6. La legittimità dello sciopero in relazione alle sue finalità
    7. L’esercizio del diritto di sciopero nell’ambito dei servizi pubblici essenziali
    8. La determinazione delle prestazioni indispensabili ad opera dei contratti collettivi
    9. La Commissione di garanzia
    10. La precettazione ed il ruolo delle associazioni degli utenti
    11. Le altre forme di lotta sindacale
    12. La serrata
    PARTE SECONDA
    IL CONTRATTO DI LAVORO
    CAPITOLO I
    IL LAVORATORE SUBORDINATO
    Sezione I
    Il tipo contrattuale
    1. Il lavoro subordinato: profili introduttivi
    2. L'art. 2094 cod. civ.
    3. L'impostazione dottrinale tradizionale
    4. La nozione di subordinazione nell'elaborazione giurisprudenziale
    5. La subordinazione fra Costituzione, codice e leggi speciali
    6. Il procedimento di qualificazione della fattispecie
    7.1. La rigidità del tipo contrattuale ed il ruolo della volontà delle parti
    7.2. La certificazione dei contratti di lavoro
    Sezione II
    I rapporti di lavoro
    8. Il lavoro autonomo, il lavoro parasubordinato (occasionale e a progetto), il lavoro accessorio e oltre
    10. Rapporto di lavoro e rapporti associativi
    10. Lavoro familiare, lavoro gratuito, volontariato
    11. La contrattualizzazione del pubblico impiego
    Sezione III
    I lavoratori subordinati
    12. Eguaglianza e parità: contraente debole e classi di soggetti
    13. Il lavoro femminile: tutela e parità nella Costituzione
    14. La tutela della persona della lavoratrice nel rapporto
    15. La tutela contro i licenziamenti a causa di matrimonio e per i genitori-lavoratori
    16. Le tutele per la lavoratrice madre e per il padre lavoratore
    17. La parità retributiva
    18. La parità di trattamento e la tutela antidiscriminatoria
    19. Le pari opportunità: dalla tutela contro le discriminazioni indirette alle azioni positive
    20. Le istituzioni della parità
    21. Il lavoro dei minori: la tutela
    22. La parità retributiva.
    CAPITOLO III
    IL DATORE DI LAVORO
    Sezione I
    Concetti generali
    1. Profili introduttivi
    2. I datori di lavoro non imprenditori
    3. La dimensione dell'impresa nel diritto del lavoro
    Sezione II
    La frammentazione dell'impresa
    4. Premesse: tra patologia e fisiologia
    5. La tecnica repressiva: il divieto di rapporti interpositori
    6. La tecnica regolativa: la disciplina degli appalti di opere e servizi e le sub-forniture
    7. Il lavoro a domicilio
    8. La prestazione di lavoro nell'ambito dei gruppi societari ed il distacco dei lavoratori
    Sezione III
    La somministrazione di lavoro tramite agenzia
    9. Introduzione
    10. La struttura ed il ruolo delle agenzie fornitrici
    11. Il contratto di somministrazione di lavoro (fra agenzia ed utilizzatore)
    12. Il contratto di lavoro con l'agenzia
    13. La prestazione di lavoro presso l'utilizzatore
    14. L'apparato sanzionatorio
    Sezione IV
    Le vicende dell'impresa
    15. Il trasferimento d'azienda
    16. Fallimento e rapporto di lavoro
    Capitolo IV
    IL CONTRATTO DI LAVORO
    Sezione I
    Autonomia privata e rapporto di lavoro
    1. Inderogabilità della disciplina ed eterointegrazione del contratto
    2. Contratto di lavoro e rapporto di lavoro
    3. I caratteri fondamentali del contratto di lavoro
    4. La struttura complessa del rapporto di lavoro
    4.1. La personalità della prestazione ed il lavoro ripartito
    5. La nullità del contratto di lavoro
    Sezione II
    La fase formativa
    I. PROFILI STRUTTURALI
    6. La capacità
    7. Il consenso e la forma del contratto di lavoro
    8. Il patto di prova
    9. La clausola del termine
    II. L'INTERVENTO ETERONOMO DI ORDINE PUBBLICO
    10. Mercato del lavoro e sistemi di collocamento
    11. Dal collocamento della manodopera ai servizi per l'impiego
    12. Le assunzioni obbligatorie dei disabili
    Sezione III
    La fase esecutiva
    I. LA PRESTAZIONE DI LAVORO
    A)L'oggetto della prestazione
    13. In generale: le nozioni di categoria, qualifica e mansione
    14. Le categorie legali: a) gli operai e gli impiegati
    15. (Segue): b) i quadri
    16. (Segue): c) i dirigenti
    17. Le tecniche contrattuali di inquadramento ed il procedimento di valutazione giudiziale
    18. La regolamentazione del potere di modifica delle mansioni nell'art. 2103 cod. civ.
    19. Le mansioni equivalenti
    20. Le mansioni superiori e il diritto alla promozione
    21. L'inderogabilità della disciplina
    22. Mobilità e carriera nel pubblico impiego
    B)Il luogo e il tempo della prestazione
    23. Il luogo della prestazione e la disciplina dei trasferimenti
    24. Il tempo di lavoro
    25. L'orario di lavoro
    26. Il riposo settimanale, le festività e le ferie
    27. Il lavoro a tempo parziale
    27.1. Il lavoro intermittente nei settori del turismo e dello spettacolo
    C)L'adempimento e gli obblighi strumentali
    28. La responsabilità del lavoratore: a) gli obblighi preparatori all'adempimento
    29. (Segue): b) l'adempimento e gli obblighi di diligenza e obbedienza
    30. L'obbligo di fedeltà ed il patto di non concorrenza
    31. Le invenzioni del lavoratore
    II. I POTERI DEL DATORE NELL'AMMINISTRAZIONE DEL RAPPORTO
    32. Poteri privati e gestione dell'impresa
    33. Poteri datoriali e diritti fondamentali: il principio di non discriminazione
    34. I limiti ai poteri di controllo e vigilanza
    35. Libertà di opinione e diritto alla riservatezza del lavoratore
    36. Il potere disciplinare
    III. GLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO
    A)L'obbligo di sicurezza e il danno alla persona
    37. Ambiente di lavoro ed obbligo di sicurezza
    38. L'azione sindacale, l'art. 9 dello statuto dei lavoratori e la riforma sanitaria
    39. Il decreto legislativo n. 626 del 1994
    40. Il danno biologico e il danno alla persona del lavoratore
    B)La retribuzione
    41. I princìpi costituzionali in materia di retribuzione
    42. La latitudine dell'art. 36 Cost.
    43. Il ruolo della giurisprudenza nell'elaborazione della nozione di «giusta» retribuzione
    44. La questione della parità di trattamento
    45. Le forme di retribuzione. a) La retribuzione a tempo: tipologia
    45.1. Il superminimo
    45.2. Le gratifiche
    45.3. I premi
    45.4. Le indennità
    45.5. Gli automatismi retributivi
    45.6. L'indennità di contingenza
    46. (Segue): b) la retribuzione a cottimo
    47. Segue): c) la partecipazione agli utili o ai prodotti e la provvigione
    48. (Segue): d) la retribuzione in natura
    49. Le nozioni di retribuzione
    50. L'adempimento dell'obbligo retributivo
    51. La retribuzione nel pubblico impiego
    Sezione IV
    La sospensione del rapporto
    52. Premessa: classificazione delle ipotesi di sospensione
    53. Malattia e infortunio
    54. Servizio militare
    55. Ulteriori tipologie di sospensione del rapporto: i congedi familiari e formativi
    56. Sospensione del rapporto per eventi riconducibili al datore di lavoro
    Sezione V
    L'estinzione del rapporto di lavoro
    I. IL RECESSO NEL RAPPORTO DI LAVORO
    57. Profili generali
    58. Il negozio di recesso. Profili strutturali
    59. Recesso ad nutum e recesso per giusta causa: il preavviso
    60. Impossibilità sopravvenuta e potere di recesso
    60.1. Profili generali: le fattispecie non tipizzate
    60.2. Le fattispecie tipizzate (in particolare la malattia)
    II. IL LICENZIAMENTO INDIVIDUALE
    61. I limiti al potere di licenziamento: disegno evolutivo. Quadro sinottico del sistema vigente
    62. I presupposti di legittimità del licenziamento nell'area della disciplina limitativa
    62.1. La forma del licenziamento
    62.2. Il licenziamento disciplinare
    62.3. La giustificazione sostanziale del licenziamento
    62.3.1. La giusta causa
    62.3.2. Il giustificato motivo soggettivo
    62.3.3. Il giustificato motivo oggettivo
    62.3.4. Il licenziamento discriminatorio
    62.3.5. Il controllo dei poteri del giudice nel «Collegato lavoro»
    63. Le impugnazioni
    63.1. L'impugnazione del licenziamento
    63.2. Le procedure
    63.3. L'onere della prova
    64. L'apparato sanzionatorio
    64.1. La tutela obbligatoria
    64.2. La tutela reale
    65. L'ambito oggettivo-dimensionale di applicabilità della disciplina limitativa
    66. I soggetti destinatari
    III. I LICENZIAMENTI COLLETTIVI
    67. La fase sindacale
    68. La disciplina comunitaria
    69. La legge n.223 del 1991: premesse sistematiche
    70. Licenziamenti collettivi e CIGS: i rapporti fra gli artt. 4 e 24 della legge
    71. La definizione di licenziamento collettivo: a) il requisito oggettivo della «riduzione o trasformazione di attività o di lavoro»
    72. (Segue): b) i requisiti numerico/temporali
    73. L'ambito di applicabilità
    74. Le procedure e la collocazione in mobilità
    75. L'accordo sindacale
    76. I criteri di scelta
    77. Le conseguenze del licenziamento collettivo illegittimo
    78. Licenziamento collettivo e licenziamento individuale dopo la legge n. 223 del 1991
    79. Eccedenze di personale e mobilità collettiva nel pubblico impiego
    IV. IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO
    80. Parabola ed eclissi dell'indennità di anzianità
    81. Il trattamento di fine rapporto
    82. Trattamenti di fine lavoro nel pubblico impiego
    CAPITOLO IV
    MERCATO DEL LAVORO E OCCUPAZIONE
    Sezione I
    Introduzione
    1. Diritto al lavoro, occupazione ed interventi pubblici sul mercato del lavoro
    Sezione II
    La disoccupazione giovanile e la formazione professionale
    2. La formazione professionale
    3.1. Il contratto di apprendistato
    3.2. Il contratto d'inserimento
    3.3. I contratti di formazione e lavoro
    3.4. I tirocini formativi o stages
    4. La politica attiva per favorire l'occupazione giovanile.
    Sezione III
    Perdita del posto di lavoro e disoccupazione
    5. La Cassa integrazione guadagni: breve profilo evolutivo
    5.1. La Cassa integrazione guadagni ordinaria
    5.2. La Cassa integrazione guadagni straordinaria
    5.3. Il trattamento e i doveri del lavoratore in cassa integrazione
    5.4. Cassa integrazione e contratto di lavoro
    5.5. Il ruolo del sindacato
    5.6. I poteri del datore di lavoro
    6. Il pre-pensionamento
    7. Dall'indennità di disoccupazione all'indennità di mobilità
    8. I contratti di solidarietà
    9. I lavori socialmente utili.
    CAPITOLO VI
    LE GARANZIE DEI DIRITTI
    1. Introduzione
    2. La disciplina giuridica delle rinunzie e delle transazioni del lavoratore: premesse strorico-sistematiche
    3. I contenuti dell'art. 2113 cod. civ.
    4. La prescrizione dei diritti del lavoratore
    5. La decadenza
    6. La disciplina delle garanzie del credito di lavoro
    7. La tutela giurisdizionale: distinzioni generali
    8. La conciliazione
    9. Gli arbitrati
    10. Il processo del lavoro
    11. La tutela amministrativa e penale
    Autori - Mazzotta
    mostra tutto il testomostra tutto il testo
    mostra dettagli
    www.libriecodiciprofessionali.it
    Cerca altri prodotti in:
    Diritto